Stilografica

PENNA STILOGRAFICA QUALE SCEGLIERE

Prima di scoprire tra le penne stilografiche quale scegliere conosciamone la storia: Il più antico tra gli strumenti da scrittura è sicuramente la penna stilografica. Fin dagli albori della storia dell’uomo per scrivere si sono utilizzati oggetti  fini ed appuntiti, in grado di scrivere stendendo l’inchiostro su papiri o pergamene, scelti tra piante o creati con metallo.

E’ solo con l’avvento della carta che si iniziano ad usare le piume di uccello, che con la loro punta dovutamente affilata sono in grado di lasciare sulla carta, una linea sottile d’inchiostro.

Il metodo aveva comunque dei difetti, l’inchiostro era contenuto in calamai e il pennino era un accessorio a parte, inoltre, ogni volta che si prelevava l’inchiostro dal calamaio per scrivere, si rischiava di lasciar cadere gocce di inchiostro macchiando il foglio.

Ecco perché si pensò ad un metodo alternativo per scrivere, arrivando così ai primi modelli di penna stilografica.

GLI INIZI DELLA PENNA STILOGRAFICA

Con la penna stilografica l’inchiostro è contenuto in un cilindro che per gravità confluisce direttamente nel pennino il quale, scorrendo sul foglio permette di scrivere.

Lo stesso Leonardo da Vinci utilizzava una penna con serbatoio da lui stesso ideata e costruita. Per vedere finalmente una penna stilografica simile a quelle dei nostri giorni arriviamo all’anno 1780, dove veniva usato un prototipo in bronzo, molto simile alle nostre attuali penne stilografiche.

Tuttavia nonostante le penne stilografiche iniziavano ad essere largamente usate nelle case e negli uffici, non si riusciva a risolvere alcuni dei problemi che presentavano questi modelli  come: la densità dell’inchiostro, la capillarità, problemi dovuti alla temperatura ambientale.

Molti inventori e imprenditori si cimentarono in questo progetto per poterlo migliorare sia nella funzionalità, provando a migliorare sia la connessione del  contenitore e l’inchiostro al suo interno, con il pennino stesso, che la precisione della scrittura,  cercando di risolvere il problema delle macchie d’inchiostro sulla carta.

IMPORTANTI MIGLIORAMENTI

Il difetto delle penne stilografiche che perdevano troppo inchiostro, venne risolto nel 1884 da Lewis Waterman, la sua idea consisteva nel far entrare aria nel pennino attraverso un foro applicato sulla punta.

Questa innovazione permise di risolvere il problema delle macchie d’inchiostro.

Da quel momento in poi, ci si concentrò sullo sviluppare al meglio il collegamento tra serbatoio e pennino, basando i progetti su leggi fisiche e densità dell’inchiostro.

Tutto questo lavoro per permettere alla penna stilografica, di lasciare al suo passaggio su carta, un tratto pulito e omogeneo.

LA MODERNA STILOGRAFICA

Con il passare del tempo e il progressivo perfezionamento di questo tipo di strumenti da scrittura, si passò all’utilizzo di cartucce usa e getta o ricaricabili, molto più pratiche e semplici da installare nella penna stilografica, accessorio indispensabile per eliminare definitivamente il problema di sporcarsi con l’inchiostro.

LoStivale propone in questa categoria un vasto assortimento di penne stilografiche create da brand noti come Lamy, Nava, A.G. Spalding &Bros, FaberCastell, Montblanc, partendo da modelli con prezzi contenuti fino ad arrivare a penne stilografiche più lussuose e  da edizioni limitate.

Non perdete l’occasione di acquistare da noi questi strumenti da scrittura ricchi di storia a prezzi in offerta.

Condividi con i tuoi amici
it Italiano
X